Palermo d’autunno

L’autunno non è la mia stagione preferita. A dirla tutta, è una stagione che non mi piace. Da tempo, però, ho fatto mia la lezione di un uomo straordinariamente saggio che ho avuto il piacere e l’onore di annoverare fra le persone a me più care. Quale? Semplice nella sua essenza, ardua nella sua attuazione:

trova elementi da apprezzare anche in ciò e in coloro che disprezzi

e ti sentirai più completa e più serena.

Per quanto sia difficile da attuare, è sicuramente un grandioso esercizio di crescita e congruenza personali! Se con gli esseri umani, l’esercizio è certo ad un livello avanzato, con le cose è sicuramente un livello base. E posso affermare che l’autunno si presta bene come addestramento. Per dimostrarlo a me stessa, in primis, e poi a tutti voi, ho quindi deciso di dedicargli il mio ultimo articolo per .itPalermo! Complice un lunedì particolarmente uggioso su Palermo, ho fatto due passi sotto la pioggia e ho trovato che – in effetti – l’autunno ha una sua peculiare bellezza… quando riesci ad intercettarlo!

Palermo d'autunno
L’autunno dipinge di rosso sugli antichi palazzi di Palermo ph © Patrizia Grotta

D’altronde, l’autunno è stato il soggetto preferito da uno dei più grandi pittori paesaggisti palermitani di inizio secolo scorso, Michele Catti, che ne ha fatto una sorta di proprio marchio di fabbrica. Splendide quanto struggenti visioni di una Palermo autunnale possiedono le sue tele con una intensità e una veridicità inimitabili.

Visioni di una Palermo d’autunno dipinte da Michele Catti e custodite alla GAM di Palermo ph © Patrizia Grotta

E sicuramente sanno essere di ispirazione per un articolo sull’autunno!

I segnali della Palermo d’autunno

<<Scrivere su questo argomento richiede un tempismo da partenza di centometrista e di pilota da Formula uno insieme. Perché un dato è certo: la Palermo d’autunno ha questa cosa, che se ti distrai a coglierne i segnali, ti ritrovi già alle luminarie natalizie. Stretto fra estati prolungate ed inverni all’improvviso, quest’autunno siciliano può passare inosservato o confuso con i due vicini astronomici. Tanto che, chiacchierando per le strade cittadine,qualcuno si arrischia a comunicarci che l’autunno non c’è, che «le mezze stagioni sono scomparse» e via dicendo. Così, scrivere dell’autunno palermitano richiede sottile capacità di osservazione e scatto atletico. Ieri era troppo presto, ma domani potrebbe essere tardi; meglio incunearci nell’oggi! I segnali, quindi: sono loro ad indicare che la stagione della malinconia – come la definisce un’anziana donna stretta nell’elegante ma antico cappotto – è arrivata. Quali sono?>>

Curiosi? Continuate a leggere, allora! E… buon autunno a tutti, prima che arrivi dicembre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.